Browsing Category

Lievitati

image_pdfimage_print
Pane

Stella intrecciata di Sara Papa

Stella intrecciata di Sara Papa

Oggi voglio condividere con voi la ricetta della Stella intrecciata di Sara Papa, che ho preparato per una cena con amici.

Una perfetta idea come centrotavola.

E’ una stella con 5 punte, formata da trecce a 4 capi.

Vi inserisco la ricetta tratta dal libro Pane amore e fantasia di Sara Papa.

Stella intrecciata di Sara Papa

  • 350 gr Semola rimacinata di grano duro
  • 210 ml Acqua
  • 10 Lievito compresso (o lievito di birra)
  • 10 gr Miele di acacia
  • 5 gr Sale
  • Per la glassa
  • Confettini argentati
  • 1 Tuorlo d’uovo
  • 1 cucchiaino
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

  1. Lavorate la farina con il lievito, l’acqua e il miele impastate fino ad assorbimento del liquido e aggiungete il sale
  2. Lavorate l’impasto, che deve risultare abbastanza sostenuto, e mettetelo a lievitare in una ciotola foderata con un telo di cotone per 1 ora e mezza a 22-24° C.
  3. Rovesciate l’impasto sul piano di lavoro e fate 10 pezzature da 50 g l’una.  Con ognuna formate un filoncino lungo 40 cm avendo l’accortezza di rendere più sottili le estremità.
  4. Conservate la rimanente pasta per il decoro centrale.
  5. Lavorate la treccia sulla teglia di cottura foderata con carta da forno.
  6. Terminata la disposizione in tondo dei filoncini a ferro di cavallo si avrà una specie di sole con i raggi. Raggruppateli a 4 a 4 in modo da poterli intrecciare per formare le cinque trecce.
  7. Sovrapponete il secondo capo sul terzo. Sovrapponete il quarto capo sul secondo. Sollevate il terzo capo e fatelo passare sotto il primo capo. Proseguite con gli stessi passaggi fino a esaurimento, chiudendo bene all’estremità. Completate anche le altre punte.
  8. Con l’avanzo della pasta formate un filoncino di circa 20 cm, appiattitelo, pareggiatelo e fate dei tagli regolari fino alla metà della larghezza.
  9. Arrotolatelo su se stesso e posizionatelo al centro della stella.
  10. Lucidate con l’uovo stemperato con la panna decorate con i confettini argentati e infornate a 180° C per 40 minuti.

E con questa stella intrecciata vi auguro una splendida e dolcissima Vigilia di Natale con tutti i vostri cari.

Con affetto Zucchero e Valigia

Altre idee per Natale

https://www.zuccheroevaligia.com/2017/12/linguine-gamberetti-e-crema-di-pistacchi.html

Se ti fa piacere, segui la nostra pagina  facebooke   instagramper essere sempre aggiornato/a

tra CONSIGLI – RICETTE E VIAGGI DI SAPORI!

Zucchero e Valigia

Pane

Il mio pane con fichi secchi e noci

Buon giorno a tutti!!

Qualche settimana fa ho partecipato giusto in extremis al contest “ I miei primi 10.000 ” indetto dal Gruppo Facebook “Cucinar cantando con Cesira

https://www.facebook.com/groups/cucinarcantandoconcesira/ e sponsorizzato dal Molino Dallagiovanna http://www.dallagiovanna.it/“, da “Stopinitaly” di Anna Maria Bernabei http://www.stopinitaly.it/ e da One Day Chef di Marisa Carroccia http://www.onedaychef.it/it/.  preparando un pane intrecciato (clicca sul link per vedere la ricetta).

Non ci credevo nemmeno io ma deve esser piaciuto così tanto che ha passato le selezioni!

Il giorno dopo, sono volata in FINALE. ^_^ non me l’aspettavo davvero!!!

Eccomi di nuovo qui,

con un nuovo lievitato usando sempre le Farina Molino Dallagiovanna.

Ho deciso di utlizzare gli ultimi fichi secchi, che mi ha portato mia suocera lo scorso week end ^-^ per creare un pane con fichi secchi e noci.

Questo pane con i fichi secchi e noci

è ideale da gustare con salumi formaggi e marmellate.

Siete pronti a impastare???

Pane fichi secchi e noci

Ingredienti per la Biga

  • 150gr di Farina Uniqua Gialla
  • 150ml di acqua
  • 2gr di lievito di birra

 

Ingredienti

  • 400gr Uniqua Verde Tritordeum
  • 450gr Uniqua Rossa
  • 410ml di acqua
  • 24gr di sale
  • 40ml di olio
  • 150gr di fichi secchi
  •  75gr di noci
  • 1 cucchiaino di miele

Occorrente

  • Lametta piccola
  • Una contenitore rotondo H 20 cm / L 30cm  – per far lievitare l’impasto-
  • un canovaccio pulito

Procedimento

Step 1 – La sera prima preparate la biga –

  1. Sciogliete 2 g di lievito in 100 g acqua a temperatura ambiente o appena tiepida aggiungete la farina e mescolate tutto con un forchetta.
    Lasciate fermentare l’intera notte ad una temp. Ambiente (18°/20° gradi circa).

Step 2 – La mattina seguente –

  1. Tagliate a pezzettini piccoli (con un coltello) i fichi secchi e le noci e tenete da parte.
  2. In planetaria mescolate le farine Uniqua rossa Molino DallaGiovanna e verde Uniqua rossa Molino DallaGiovanna
  3. Sciogliete la biga nell’acqua insieme al malto d’orzo (o miele)
  4. Inserite l’acqua poca per volta e impastate per 5 minuti a vel 1 – lenta- e 7 minuti a vel. 4 veloce con l’uso della foglia
  5. Infine aggiungete l’olio e il sale e portate a incordatura l’impasto, la ciotola dovrà esser ben pulita (senza impasto sui bordi). Sostituite la foglia con il gancio, per ottenere un impasto lucido ed elastico, per circa 5 minuti a vel 4/5
  6. Inserite i fichi e le noci e lavorate per 1 altro minuto vel 2 fino a quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati.
  7. Disponete ora l’impasto su una spianatoia e fate delle pieghe a libro, allargando con le mani l’impasto prendete i lati laterali e portateli al centro (a libro).
  8. Pirlate l’impasto – roteatelo su se stesso creando una palla.
  9. Posizionate la pagnotta, in contenitore a forma tonda foderata da un canovaccio infarinato con farina. – Le pieghe di chiusura dovranno rimanere nella parte alta. –  
  10. Adagiare la ciotola nel forno (spento) con lucina accesa per farlo lievitare, coperto dai lati del canovaccio.
  11. Dopo circa 4 ore grazie alla temperatura costante del forno, il vostro pane sarà visibilmente raddoppiato.
  12. Rovesciate “delicatamente”  l’impasto su carta forno, e sempre “delicatamente” eliminate il canovaccio.
  13. Posizionate la pietra refrattaria al forno a 250° gradi – insieme ad un pentolino d’acqua per formare il vapore.
  14. Spolverate il pane con farina Uniqua rossa. Con lama piccola fate dei tagli/incisioni formando delle spighe di grano
  15. Quando il forno avrà raggiunto la temperatura infornate il pane
  16. Cuocete in forno il pane per circa 1.ora e dieci minuti in questo modo                                                                                                                                                                                                                              (220° ventilato per circa 30 minuti   +   200 ° statico per 25 minuti  + 180° per 15 minuti a spiffero (sportello del forno leggermente aperto) in modo da permettere la fuoriuscita del vapore e rendere croccante la crosta).
  17. Fate raffreddare su una granella.

 

Consigli 

In base ai vostri tempi decidete se aumentare il lievito di birra per ridurre i tempi di lievitazione.

E’ importante la temperatura costante nella cucina.

Le temperature e le tempistiche di cottura possono variare in base alle caratteristiche del vostro forno.

“Con questo elaborato partecipo

al Contest “ I miei primi 10.000 ”

per la sezione FINALE

indetto dal Gruppo Facebook “Cucinar cantando con Cesira

https://www.facebook.com/groups/cucinarcantandoconcesira/ e sponsorizzato dal Molino Dallagiovanna http://www.dallagiovanna.it/“, da “Stopinitaly” di Anna Maria Bernabei http://www.stopinitaly.it/ e da One Day Chef di Marisa Carroccia http://www.onedaychef.it/it/

 Se ti fa piacere metti un like alla mia pagina facebook  

così da esser sempre aggiornata !!

Se provi la ricetta usa hashtag  #zuccheroevaligia su  instagram

Entrerai subito a far parte della mia gallery!!

 

Chi mi fa un bel in bocca al lupo ???

^-^

 

Dai mettetevi a impastare anche voi!!

Alla prossima ricetta

Selene

 

 

 

Lievitati, Pane

Pane ai semi di lino intrecciato a 5 capi

Con questo elaborato partecipo al Contest “ I miei primi 10.000 ” indetto dal Gruppo Facebook “Cucinar cantando con Cesira sponsorizzato dal Molino Dallagiovanna http://www.dallagiovanna.it/“, da “Stopinitaly” di Anna Maria Bernabeie da One Day Chef di Marisa Carroccia

 

Pane ai Semi di Lino “INTRECCI DI VITA & DI PANBRIOCHE”

Biga

• 300gr di farina Uniqua gialla

• 4 gr di lievito

• 160ml di acqua

Ingredienti

• 400gr UNIQUA ROSSA

• 400gr UNIQUA VERDE

• 200 ml di olio

• 500 ml di acqua

• 30 gr di semi di lino + 90ml di acqua

• 10 gr di marto d’orzo o Miele

• 40 gr di semi di sesamo tostati

• 30 gr di sale

PROCEDIMENTO

  1. La sera prima preparate la biga
  2. Sciogliete  il lievito nell’acqua all’ interno di un contenitore piccolo infine versatela sulla farina, amalgamate tutto con un forchetta e coprite.
  3. Lasciate fermentare l’intera notte ad una temp. di 18° gradi circa
  4. La mattina seguente
  5. Con frullatore ad immersione o con un mortaio macinate i semi di lino infine aggiungete 45ml di acqua tiepida. (il liquido caldo serve per accelerare il processo di gelificazione).
  6. Lasciate riposare per circa 15-20 minuti fino a quando si sarà trasformato in gel (simile ad un uovo crudo)
  7. In planetaria unite le farine Uniqua rossa Molino Dallagiovanna e verde Uniqua rossa Molino Dallagiovanna
  8. Sciogliete la biga nell’acqua insieme al malto d’orzo (o miele) impastate tutto a velocità bassa (con l’uso della foglia) per 5 minuti.
  9. Aggiungete il gel ottenuto dai semi di lino, l’olio, il sale e i semi di sesamo tostati, portate a incordatura bene l’impasto.
  10. Sostituite la foglia con il gancio, per ottenere un impasto lucido ed elastico.
  11. Fate lievitare l’impasto in una ciotola unta leggermente d’olio per circa 2 ore.
  12. Rovesciate l’impasto, sgonfiate l’impasto e spezzate in 5 parti e preformate.
  13. Arrotolate ogni filone e formate una treccia di pane a 5 capi, sopra la carta forno.
  14. Il capo 5 va sopra il 4 (verso sinistra)
    il 3 il centrale passa sopra in 4 posizione sul 4 (ora diventato il numero 5)
    1 sul 2
    Il centrale va a sinistra in 2′ posizione
  15. Procedete fino a terminare l impasto.
  16. Infine chiudete i lembi verso il basso e unite le due punte finali formando un pane rotondo.
  17. Fate lievitare nuovamente per circa 2 ore (fino il raddoppio).
  18. Scaldate il forno a 250° posizionate un pentolino d’acqua per formare il vapore.
  19. Spolverate con farina uniqua rossa.
  20. Infornate su pietra refrattaria o teglia rovente in forno preriscaldato a 220°per circa 30 minuti . 200 ° per 10 minuti e 180° per 10 minuti a spiffero e ventilato.

 

 

 

 

 

Il pane fatto in casa mi ricorda la Nonna (materna)

e visto che oggi è la festa dei Nonni questa pagnotta la dedico a lei.

Auguri a tutti i Nonni !!!

 

 * Ricordati di mettere un like alla mia pagina facebook  

così da esser sempre aggiornato *

Se provi la ricetta usa hashtag  #zuccheroevaligia su  instagram

Entrerai subito a far parte della mia gallery!!

 

 

Buona giornata

Selene

 

 

 

 

Bimby, Lievitati, Natale

Maritozzini alla panna di Luca Montersino

Maritozzini alla panna di Luca Montersino, impossibile non rimanere soddisfatti ! Sono Soffici come una nuvola perfetti da farcire con tanta panna ^-^.

Era da tempo che volevo provare questo super lievitato !

Un lievitato dolce che mi ricorda i week end a Roma, quando lavoravo come hostess e nei giorni liberi della settimana volavo a Roma dagli amici!!!

Roma quella città unica, magica di giorno e di notte, con quel profumo di maritozzi che invadono le stradine e che non vedi l’ora di mangiare!

A dir la verità, mi ricordano anche la gravidanza, ^-^ quando passavo le ore incollata sul divano sintonizzata perennemente su Alice Tv, a guardare il Maestro Luca Montersino che spiegava ogni singolo passaggio per ottenere dei super soffici MARITOZZI.

Così, appena tornata dalle vacanze, con valigie e lavatrici da sistemare, Suemi mi ha proposto di fare una brioche!!!

Non ci ho pensato due volte !!

Il maritozzo è un tipico dolce romano, comune ormai in moltissime parti d’ Italia, farciti con abbondante panna nel centro della brioche. Ad ogni morso la panna scivola via :9 attezione a non sporcarvi io vi ho avvisato :)))

 

MARITOZZINI ALLA PANNA MONTERSINO 

Questa ricetta prevede molte ore di lievitazione 7 ore circa

Preparazione 15 minuti + 2 ore di lievitazione a temp. ambiente + 3 ore in frigo + 2 ore ultima lievitazione + 15 min. cottura

INGREDIENTI

16 Maritozzini      (12 da 40 gr. e 4 da 60 gr. circa)

  • 375 gr. di farina manitoba oppure una farina forte 360W
  • 130 gr. di uova intere
  • 130 gr. di burro Lurpak morbido oppure burro bavarese
  • 55 gr. di zucchero semolato
  • 6 gr. di lievito di birra
  • 60ml di latte intero fresco
  • 6 gr. di sale

Mix aromatico per i  maritozzi 

  • 5 ml. di rum
  • 10 gr. miele d’acacia
  • scorza di 1/2 limone
  • Semi di una bacca di vaniglia

Per lucidare

  • 1 tuorlo
  • 20 gr. di panna fresca liquida

Per la farcitura

  • 500 ml. di panna fresca liquida
  • 70 gr. di zucchero a velo
  • qb zucchero a velo per decorare

Procedimento con la planetaria

  1. Inserite nella ciotola della planetaria la farina setacciata il lievito di birra sbriciolato e il latte a temp. ambiente.
  2. Fate lavorare per circa 2 minuti con il gancio, aggiungete le uova intere, lo zucchero e gli aromi (rum, scorza di limone, vaniglie  e miele), lavorate per circa 10 minuti a velocità media, infine aggiungete il burro ammorbidito poco per volta per essere incordato bene all’impasto.
  3. Aggiungete il sale e impastate per ancora 5 minuti. Otterrete un impasto liscio e ben incordato. Si dovrà staccare completamente dalle pareti.
  4. Prendete l’impasto, formate una palla, inseritelo in una ciotola con coperchio e fate lievitare per circa 2 ore, fino al raddoppio, a temp. ambiente.
  5. Sgonfiate l’impasto con i polpastrelli e fate riposare l’impasto nuovamente per altre 3 ore in frigorifero.
  6. A questo punto, pesate l’impasto e dividete per 12 circa.
  7. Pirlate ogni singola pallina (io ho fatte 16 MARITOZZINI  12 da 40 gr. e 4 da 60 gr.), posizionatele su carta forno, ben distanziate e coperte da pellicola alimentare. (non fate come me, mi sono dimenticata di distanziarle ma per fortuna non si sono rovinate quando li ho spostate sulla seconda teglia)
  8. Lasciate lievitare nel forno spento, con lucina accesa per almeno 2 ore.
  9. Trascorso il tempo dall’ultima lievitazione, estraete la teglia dal forno.
  10. Preriscaldate il forno a 180°. Prima di infornare, spennellate la superficie di ogni maritozzo con una miscela di tuorlo e panna fresca liquida, sbattuti insieme.
  11. Infornate modalità ventilato per circa 15-17 minuti. Attenzione ogni forno è diverso, regolatevi in base al vostro forno, i maritozzi dovranno dorarsi bene ^-^.
  12. Una volta terminata la cottura, fate raffreddare, tagliate a metà e farcite i vostri maritozzini con la panna.
  13. Spolverate con zucchero a velo e buona e merenda 🙂

Procedimento Bimby

  1. Inserite nel boccale del bimby il latte con il lievito di birra e il miele 1 min. 37° vel 3.
  2. Aggiungete le uova, lo zucchero, il burro morbido, la scorza di limone e impastate 4 min. Vel. Spiga
  3. Aggiungete il sale e fate lavorare ancora l’impasto per 2 min. Vel Spiga.
  4. Fate riposare l’impasto n una ciotola con coperchio e fate lievitare per circa 2 ore, fino al raddoppio, a temp. ambiente.
  5. Sgonfiate l’impasto con i polpastrelli e fatelo riposare nuovamente per altre 3 ore in frigorifero.
  6. A questo punto, pesate l’impasto e dividetelo per 12 unita’.
  7. Pirlate ogni singola pallina (io ne ho fatte 12 da 40 gr. l’una), posizionatele su carta forno, ben distanziate tra loro e coprite il tutto con la pellicola.
  8. Lasciate lievitare nel forno spento, con lucina accesa per almeno 2 ore.
  9. Trascorso il tempo dell’ultima lievitazione, estraete la teglia dal forno.
  10. Preriscaldate il forno a 180 °.
  11. Prima di infornare, spennellate la superficie di ogni maritozzo con tuorlo e panna fresca liquida, sbattuti insieme.
  12. Infornate modalità ventilato per circa 15-17 minuti. Attenzione ogni forno è diverso, regolatevi in base al vostro forno, i maritozzi dovranno dorarsi bene ^-^.
  13. Una volta terminata la cottura, fate raffreddare, tagliate a metà e farcite i vostri maritozzini con la panna.
  14. Spolverate con zucchero a velo e buona e merenda 🙂

Uno tira l’altro vi ho avvisato ^ -^

 

 

 

Metodo di conservazione

Potete conservare i maritozzi in sacchetti per alimenti, rimarranno morbidi fino a 3-4 giorni.

Dovete assolutamente provare questi maritozzini ^-^ sono morbidissimi e piacciono tanto a grandi e piccini!!

 

Con panna montata,

Con nutella,

 

Oppure con il gelato ma anche con la crema pasticcera una vera delizia! 


Se ti fa piacere segui la mia pagina  facebook  instagram

per essere sempre aggiornato

tra RICETTE E VIAGGI DI SAPORI! 

Zucchero e Valigia

 

Se ti è piaciuta questa ricetta condividila ^-^

 

Selene

Antipasti, Bimby, Danubio, Finger Food, Lievitati, Pane

Sandwich Danubio farcito

Come promesso oggi vi voglio proporre il Sandwich Danubio farcito! Una ricetta davvero perfetta per i vostri pranzi con amici (magari sotto l’ombrellone 😉 ideale da farcire con tutto ciò che vi piace!!!

Farete davvero un figurone ^_^ e’ soffice e  morbidissimo, non servirà nemmeno il coltello ogni commensale potrà tranquillamente prendere un sfera del sandwich Danubio, con le mani perché e’ così soffice che si spezzerà facilmente.

In Calabria, fa caldo anzi fa caldissimo.

Ma non ho resistito, mi sono messa a impastare e ho acceso il forno (di sera).

Ecco la ricetta del

Sandwich Danubio farcito impastato con  il Bimby

Ingredienti

  • 570 gr di farina
  • 250ml di latte
  • 6 gr di lievito di birra
  • 50gr di strutto
  • 50gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 10gr di sale
  • tuorlo per lucidare
  • semi di sesamo o semi di papavero

Per farcire il Sandwich 

  • pomodorini ciliegino
  •  rucola
  •  capocollo
  • prosciutto  crudo
  •  maionese /  formaggio cremoso

 

Procedimento bimby

  1. Nel boccale del bimby inserite il latte e lo zucchero 3 min. 37° vel 2.
  2. Sbriciolate all’interno del boccale il lievito di birra 1 minuto e mezzo 37° vel. 2
  3. Inserite la farina 3 min. Vel Spiga. Aggiungete l’uovo 2 min vel Spiga.
  4. Ora inserite lo strutto e il sale. 1 min vel Spiga.
  5. Ponete l’impasto ottenuto in una ciotola oleata e fate lievitare fino al raddoppio.
  6. Riprendete l’impasto e ricavate 10 piccole sfere + 1 leggermente più grande da posizionare al centro
  7. Pirlate bene ogni singola sfera e posizionatele uno intorno all’altra per formare il danubio, più una grande al centro

sandwich danubio farcito

 

sandwich danubio farcito

8. Lasciate lievitare fino al raddoppio.

9. Spennellate con un tuorlo e un pochino di acqua, in modo che dopo la cottura risulta bello lucido.

Se lo gradite, potete cospargere anche con dei semi di sesamo e quelli di girasole, ma anche semi di papavero andranno bene.

10. Infornate a forno preriscaldato a 180° per 20-25 minuti.

sandwich danubio farcito

11. Sfornare e fate raffreddare.

12. Infine tagliate la parte alta del sandwich danubio e farcite.

13.Lavate, tagliate e condite con sale e olio dei pomodorini ciliegino.

14. Spalmate della maionese, philadelphia o dressing allo yogurt e infine farcite il sandwich danubio secondo i vostri gusti.

Io ho farcito una metà con capocollo calabrese, rucola e pomodorini e l’altra metà con del prosciutto crudo rucola e pomodorini.

Potete congelare il sandwich danubio salato crudo, prima della seconda lievitazione e scongelarlo in frigorifero per farlo poi ri-lievitare a temperatura ambiente prima di cuocerlo.

Potete anche congelarla da cotto così sarà direttamente pronto per le vostre feste, scongelatelo a temperatura ambiente per  5/6 ore.

Una vera bontà !

sandwich danubio farcito

Posso dirvi di averlo preparato già moltissime volte e posso confermarvi che ogni volta non rimane nemmeno una briciola ^-^.

E’ davvero una delizia

* Parola di Orso *

Questo Sandwich danubio rimane perfettamente morbido ^-^ anche il giorno dopo… sempre che rimane!

 

 

Se ti fa piacere, segui la pagina  facebook  instagram

per essere sempre aggiornato/a

tra CONSIGLI – RICETTE E VIAGGI DI SAPORI! 

Zucchero e Valigia

 

un bacione dalla mia Masha  ^-^

 

Ricette con lo Strutto

Pasticciotti leccesi

Tortano napoletano 

Alla prossima ricetta

Selene

Antipasti, Bimby, Finger Food, Focacce, Lievitati

Focaccia ai cereali Paneangeli con fiori di zucchina, mozzarella e pancetta

Focaccia ai cereali paneangeli

Oggi voglio proporvi la mia versione di focaccia ai cerali della Paneangeli.

Erano settimane che pensavo ad una focaccia, alta, morbida dentro e croccante fuori, farcita con i fiori di zucchina.

Questa mattina, mia zia che vive in Calabria, stava proprio raccogliendo le verdure nel suo orticello, compresi i fiori di zucchina… mi sono emozionata  ^-^ in un attimo il mio pensiero è andato al Nonno, a quelle cassette sistemate quasi in ordine maniacale, ogni fiore di zucchina perfettamente al suo posto.

Mi ricordano le sue mani, la sua campagna.

Lui andava sempre a raccoglierli presto per poi tornare a casa e portarli in dono alla sua amata donna, che con amore e dedizione li puliva ad uno a uno e li preparava in pastella.

Se potessi tornare indietro nel tempo, quante cose potremmo fare insieme cari nonni…

Così non ho perso tempo, ho subito voluto testare la Farina ai Cereali di Panenageli ricevuta, in omaggio dopo l’esperienza con la mia piccola in Dolcecasacameo.

Alle ore 10.30 ho iniziato a impastare.

Alle ore 13.00 l ho cotta

e alle 13.25 era pronta da mangiare !

Conoscete la differenza tra i fiori di zucca e i fiori di zucchina?

La differenza è poca ma c’è: quelli delle zucchine hanno petali più appuntiti, sono più scuri e meno profumati.

Il sapore è simile.

I fiori sia della zucca che della zucchina possono essere maschili o femminili.

Questi ultimi sono quelli che attaccati al frutto: la zucchina infatti cresce a partire dalla base del fiore, e così fa anche la zucca. Il fiore muore e si stacca quando la zucchina è completamente matura.

I fiori maschili, invece, crescono sul proprio stelo e non formano altri frutti

Ma torniamo alla focaccia 🙂

La confezione Farina ai Cereali di Paneangeli contiene due bustine:

  • Farina un mix di frumento- Farro- Riso- Orzo- Avena e farina integrale di grano saraceno
  • lievito disidratato.

Bisogna solo aggiungere 30 gr di olio extravergine di oliva (3 cucchiai circa) e 200-230 ml di acqua tiepida.

 

Focaccia ai cereali con fiori di zucchina, mozzarella e pancetta a cubetti
Ingredienti
Ingredienti
Base per Pane e Focaccia ai Cereali Paneangeli
lievito disidratato
30 gr di olio extravergine di oliva
200-230 ml di acqua tiepida
Farcitura
200 gr di Mozzarella
Pancetta affumicata a dadini
20 fiori di zucchina
1 zucchina
olio extravergine di oliva qb.
sale qb.
Istruzioni
Versate in una terrina la farina, il lievito disidratato e l’olio.
Aggiungete lentamente l’acqua fino a incorporarla tutta, aiutatevi prima con una forchetta e poi continuate a impastare a mano. Impastate bene per almeno 10 minuti.
Se usate Bimby basteranno 3 minuti vel. spiga.
L’impasto dovrà essere molto morbido ed elastico
Trasferitelo in una terrina unta d’olio, coprite con della pellicola e fate lievitare in un luogo tiepido fino al raddoppio. (circa 1 ora e ½ ).
Con le mani unte di olio, stendete l’impasto in una teglia (antiaderente unta di olio).
Fate nuovamente lievitare per circa 30 minuti a temperatura ambiente.
Nel frattempo preparate i fiori di zucchina.
Eliminate con un solo colpo il gambo e il picciolo cercando di non rompere il fiore.
Lavateli delicatamente e asciugateli tamponandoli con della carta assorbente.
Ora spolverate l’origano secco, grattugiate la mozzarella, una zucchina e la pancetta a cubetti.
Infine adagiate i fiori di zucchina, ancora mozzarella per proteggere in cottura il fiore e infine irrorate con un filo d’olio.
Infornate in forno preriscaldato per 25 minuti a 180 °.

 

Foto preparazione focaccia ai cereali Focaccia ai ceraeli paneangeli
fiori di zucchinacome pulire i fiori di zucchinaFocaccia ai ceraeli paneangeli con fiori di zucchina mozzarella e pancetta

Lavate i fiori di zucchina delicatamente e asciugateli tamponandoli con della carta assorbente.

 Grattugiate la mozzarella Focaccia ai ceraeli paneangeli con fiori di zucchina mozzarella e pancetta  adagiate i fiori di zucchina, ancora mozzarella per proteggere in cottura il fiore e infine irrorate con un filo d’olio.Focaccia ai ceraeli paneangeli con fiori di zucchina mozzarella e pancetta

Infornate in forno preriscaldato per 25 minuti a 180 °.

 

Focaccia ai ceraeli paneangeli con fiori di zucchina mozzarella e pancetta

Focaccia ai ceraeli paneangeli con fiori di zucchina mozzarella e pancetta

Focaccia ai ceraeli paneangeli con fiori di zucchina mozzarella e pancetta

Non vi resta che provare anche voi questa farina

vi darà tante soddisfazioni!

Tutti i prodotti dell’Azienda Paneangeli potete trovarli nei supermercati oppure online

Ricordatevi come sempre di seguirmi sulla mia pagina facebook   

e sulla mia pagina instagram

di usare hashtag #zuccheroevaligia su    Instagram

per vedere le vostre focacce!

 

 

Buon appetito

Selene

 

 

Antipasti, Focacce, Lievitati

Schiacciata con capocollo e provola silana con farina Mulinum

Finalmente sono riuscita a provare la Farina del Mulinum, (qui il mio post sulla visita al Mulino).

 A dir la verità avevo molta paura ad usarla, perchè solo grano.

Molto scura completamente bio,

farina rimacinata a pietra varietà 

SENATORE CAPPELLI  di grano DURO BIOLOGICO e

 farina rimacinata a pietra varieta Verna DI GRANO TENERO BIOLOGICO.

Poi mi sono detta, ci devo provare! Voglio assaggiare qualcosa che mi riporta indietro nel tempo, qualcosa che mi ricorda le scampagnate in campagna, con il nonno che affetta il suo capicollo con amore e soddisfazione, qualcosa di completamente calabrese, come le mie origini.

Quindi ho pensato a una schiacciata, morbida non troppo croccante, da farcire con tante delizie.

Un grazie particolare

al Fabregas Bistrot Cafè di Milano (un locale nel cuore di Milano che offre piatti del Sud Italia, se siete in zona Via Torino – Milano non potete perderlo!)

mi ha gentilmente concesso Capocollo Doc, provola Silana!

e alla mia mamma che mi ha fornito pomodori secchi e olive schiacciate (fatti da lei ^-^), la prossima volta vi prometto un post tutto dedicato alla preparazione dei pomodori secchi, li avete mai assaggiati sono deliziosi ^-^.

La schiacciata mi ha sorpreso per il suo sapore genuino e per la sua bontà!

Ho voluto testare una Ricetta del Grande Maestro Panificatore Gabriele Bonci

Ingredienti per la Schiacciata farcita

  • 350 gr di farina duro Senatore Cappelli
  • 150 gr di farina tenero varieta Verna
  • 400 ml  di aqua
  • 20 g di olio extra vergine di oliva
  • 10 g di sale
  • 3 g di lievito di birra secco

Per la farcitura dopo la cottura

  • capocollo calabrese
  • olive schiacciate
  • pomodori secchi
  • scamorza silana
  • valeriana
  • pistacchi di Bronte
  • mirtilli

Preparazione e consigli tecnici  

((Impastate la sera prima e lasciate riposare l’impasto in frigo per 24 ore ))

Secondo il metodo Bonci il lievito è meglio usare quello secco (in bustina per intenderci e non quello di birra in cubetti) oppure il lievito madre rinfrescato.

  1. Mischiate in una ciotola la farina e il lievito secco, incorporate l’acqua fredda, mescolate con un cucchiaio dai bordi della ciotola verso il centro, fino a quando non otterrete un impasto morbido e omogeneo
  2. A questo punto unite il sale al centro e l’olio.
  3. Continuate a impastare con le mani, l’impasto sarà come dice Bonci stracciato e molto appiccicoso, non aggiungete per nessun motivo altra farina.
  4. A questo punto fate riposare l’impasto per circa 10 min. poi adagiatelo su un piano in legno infarinato e procedete con le pieghe per 4 volte, ogni volta lasciate riposare l’impasto per 10 minuti).
  5. Posizionate l’impasto in una ciotola con l’olio e coprite con pellicola
  6. Lasciate in frigo a lievitare per 24 ore nella parte bassa del frigo (quella più fredda).
    Passate 24 ore l’impasto è pronto.
  7. E’ consigliabile usare teglie vecchie e antiaderenti, altrimenti usate carta forno bagnata e strizzata.
  8. Adagiate l’impasto sulla teglia oleata e con i polpastrelli premete bene su tutto l’impasto. Spennellate la superficie delle focaccia/schiacciata con un pò d’olio  e acqua.
  9. Lasciate lievitare per un’altra ora a temperatura ambiente.
  10. Infornate in forno statico preriscaldato a 200° per circa 20 minuti nel ripiano  più basso del forno. E poi per altri 10 minuti sul piano centrale.
  11. Una volta cotta, sfornate, tagliate a metà e farcite la  vostra schiacciata con capicollo, provola silana, pomodori secchi, olive schiacciate e pistacchi di Bronte.
  12. Vi basterà un morso per venir catapultati tra il calore del Sud Italia.

 ogni morso – una libidine di sapori tutti calabresi – 

Come sempre c’è lei,

che con la sua manina cerca di rubarmi le olive ^-^.

Per ottenere una schiacciata ho alzato il forno a 220° in questo modo non è cresciuta molto in altezza ma è rimasta comunque morbida all’interno e croccante all’esterno.

Qui il link per poter ordinare le farine direttamente  dal sito del Mulinum on line.
Cosa aspettate?

la mia piccola da vera intenditrice adora le cose buone ^-^

 

Nella prossima ricetta utilizzerò le olive schiacciate calabresi, direttamente nell’impasto proprio come consiglia Bonci cuocendo secondo il medoto classico a 200°.

 

Se ti fa piacere, segui la pagina  facebook  instagram

per essere sempre aggiornato/a

tra CONSIGLI – RICETTE E VIAGGI DI SAPORI! 

Zucchero e Valigia

di usare hashtag #zuccheroevaligia su    Instagram

In questo modo posso vedere le vostre creazioni  ^-^ e creare una gallery.

 

 

Per qualsiasi consiglio scrivetemi

sarò lieta di aiutarVi.

 

Alla prossima

Selene

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Antipasti, Finger Food, Pane

Schiacciata all’origano

 “Prenditi tempo” di Pablo Neruda

Prenditi tempo per pensare,
perché questa è la vera forza dell’uomo.
Prenditi tempo per leggere,
perché questa è la vera base della saggezza.

Prenditi tempo per pregare,
perché questo è il maggior potere sulla terra.

Prenditi tempo per ridere,
perché il riso è la musica dell’anima.

Prenditi tempo per donare,
perché il giorno è troppo corto per essere egoisti.

Prenditi tempo per amare ed essere amato,
è il previlegio dato da Dio.

Prenditi tempo per essere amabile,
questo è il cammino della felicità.

Prenditi tempo per vivere!
(Pablo Neruda)

 

Oggi va così.

Ho deciso di iniziare a prendere il tempo

…….. e dedicarlo in primis a me, a tutto ciò che mi fa star bene,  alle persone che ti cercano e ti sanno ancora chiedere “come stai” ….. e che ti sanno ascoltare.

Dedicare il tempo è un regalo che faccio a me e alle persone che realmente mi vogliono bene.

 

Viviamo in un era dove l‘uso dei social network è diventata un arma a doppio taglio,

troppo facile augurare un buon giorno,  ma troppo difficile guardarsi negli occhi e sapersi ascoltare.

E cosi, anche il tempo per noi mamme non è mai abbastanza,

rientrata a casa vorrei poter fare millecinquecento cose, ma prima di tutto c’è lei.

La mia bimba.

La mia unica priorità.

Ma se alle 18.30 ci accorgiamo di non avere più il pane…. Come si fa? Semplice ci mettiamo a cucinare insieme.

Ecco quindi l’occasione giusta per prepare questa ottima schiacchiata!

Si prepara in pochissimo tempo e si può mangiare con qualsiasi cosa abbiate in frigo, dai formaggi cremosi,

ai pecorini, ai salumi, alle marmellate, il tutto accompagnato da un’ottima birra o vino ed il gioco è fatto!

Siete pronti ?

Schiacciata all’origano
Schiacciata all’origano e’ perfetta per ogni occasione. Ideale da accompagnare con salumi e formaggi cremosi. Si prepara in pochissimi minuti ed è un’ottima alternativa al pane
Preparazione             10
Cottura
Tempo totale            22
 :  
Ingredienti
Istruzioni
  1. In una ciotola inserite bene tutti gli ingredienti compreso l’origano mescolate prima con una cucchiaio e infine impastate bene fino a ottenere un impasto compatto.
  2. Ora stendete l’impasto su due fogli di carta forno e con l’aiuto del mattarello raggiungete un altezza non superiore a 3 mm. Lasciate riposare in frigorifero per 20 minuti.
  3. Eliminate il foglio di carta forno superiore, cospargete di sale grosso, altro origano e infornate a 200° per circa 12 minuti.
  4. Lasciate raffreddare la schiacciata e rompetela a triangoli.
  5. Accompagnate la vostra schiacciata con salumi, affettati e formaggi ma anche olive, mozzarelline insomma è perfettà con tutto. Buon appettito.

 

Se provi questa ricetta

ricordati di condividere la foto su facebook e  instagram

Ricordati di usare hashtag  #zuccheroevaligia 

entrerai subito a far parte della mia gallery!!

 

Se ti è piaciuta questa ricetta condividila ^-^

 

Alla prossima ricetta

Selene

Dolci, Lievitati

Treccine dolci con gocce di cioccolato

Deliziose Treccine dolci con gocce di cioccolato,  pochissimo lievito di birra, leggere e facilmente più digeribili. Sono perfette per la colazione piacciono a grandi e piccini. Ideali da farcire con Nutella, marmellate ma anche creme. Sono davvero morbidissime ^_^.

Non ho resistito dopo il successo della treccia di pane a 4 capi ho provato a creare anche una super colazione.

Stessa ricetta, dimezzando il sale, aumentando leggermente lo zucchero e aggiungendo tantissime gocce di cioccolato.

Un’idea particolare per poter portare a tavola una colazione diversa dal solito.

Queste treccine sono morbidissime,

treccine con gocce di cioccolato

piacciono a grandi e piccini.

Sono ideali da farcire con nutella

pane e nutella

ma anche marmellate e creme, rigorasamente accompagnate da un buon caffè e cappuccino

per iniziare al meglio la giornata.

Io ho usato, solo 5 gr di lievito, preferendo una lunga lievitazione.

Se non avete tempo a disposizione raddoppiate i gr di lievito senza mai esagerare.

Fate lievitare in forno con lucina accesa e vedrete che, grazie alla temperatura costante di 25° all’interno del forno, otterrete delle treccine perfettamente lievitate e soprattutto più leggere.

Siete pronti a impastare anche voi?

treccine dolci con gocce di cioccolato

 

Come appunto scritto prima ho usato la stessa ricetta.

Un unico impasto per due ricette, una dolce e una salata.

L’idea per la colazione e il pranzo  TRECCIA DI PANE A 4 CAPI di domani è pronta!

 

Treccine dolci con gocce di cioccolato
Preparazione
15 min
 
Deliziose Treccine dolci con all'interno gocce di cioccolato con pochissimo lievito di birra, per risultare ancora più leggere e più digeribili. Sono perfette per la colazione piacciono a grandi e piccini. Possono essere farcite con Nutella, marmellate ma anche creme. Davvero morbidissime
Piatto: Breakfast
Cucina: Italian
Porzioni: 12 treccine
Chef: Selene Mazzei
Ingredienti
Ingredienti
500 gr farina
250 ml latte
70 gr burro
40 gr zucchero semolato
10 ml olio extravergine di oliva
5 gr lievito di birra Se non avete a disposizione diverse ore (per una lunga lievitazione), potete raddoppiare i gr di lievito di birra
1 uovo
1 p pizzico di sale
qb gocce di cioccolato
Istruzioni
  1. Riscaldate il latte insieme allo zucchero e scioglietevi il lievito sbriciolato.
  2. Mettete nella planetaria la farina e iniziate ad azionare la macchina, aggiungendo poco per volta la parte liquida, (latte lievito e zucchero). Dovrete impastare per circa 6/7 minuti.
  3. Aggiungete l'uovo, deve essere ben incordato all'impasto e infine il burro fuso (non troppo caldo).
  4. Dovrete ottenere un impasto liscio e omogeneo.
  5. Posizionate il panetto (all'interno di una ciotola) con 10 gr di olio, e le gocce di cioccolato
  6. Impastate a mano e cercate di incordare e amalgamare bene l'olio e le gocce di cioccolato all'impasto. L'olio renderà i panini e le treccine ancora più soffici.
  7. Mettete a lievitare per circa 2 ore coperto con pellicola, in forno con la luce accesa.
  8. Trascorso il tempo della prima lievitazione, create delle palline, due cordoncini intrecciati, treccine a tre o a 4.
  9. Per la treccia a 4 capi dividete l'impasto in 4 parti uguali e allungateli fino ad ottenere 4 quattro filoncini Intrecciate i 4 capi fino a formare una treccia. Seguite la foto per vedere tutti i passaggi e non sbagliare.
  10. L'estremità a destra (la numero 4) si sovrappone al 3. L'estremità a sinistra (1) va sotto il 2 e sopra il 3. Di nuovo l'estremità a destra (ora è diventato il 3) si sovrappone al 1. Di nuovo l'estremità a sinistra (ora è diventato il 2) va sotto il 4 e sopra il 3. Continuate a intrecciare fino alla fine.
  11. Chiudete bene l'estremità, per evitare che si sciolgano in cottura.
  12. Fate nuovamente lievitare le trecce e i panini per circa 30 /40 minuti su una teglia con carta da forno coperta da pellicola.
  13. Spennellate le trecce delicatamente con del latte e infornate a 170° per 15-20 minuti.

 

Treccine dolci con gocce di cioccolato

Con questa ricetta partecipo a Panissimo#47 ,

la raccolta di lievitati dolci e salati, ideata da Sandra di Sono io, Sandra, e Barbara,

di Bread & Companatico, questo mese ospitata da

 

Se ti è piaciuta la ricetta condividi il post

Segui la mia pagina  facebooklasciando un like

per essere sempre aggiornata sulle prossime ricette

Se provi la ricetta usa hashtag  #zuccheroevaligia su  instagram

Entrerai subito a far parte della mia gallery!!

 

 

Buon week end
Selene

 

 

Antipasti, Lievitati, Pane

Treccia di pane a 4 capi

 

Adoro i lievitati quanto i dolci.

Chi mi conosce lo sa.

Mi piace sempre portare a tavola qualcosa di bello ma soprattutto qualcosa di buono.

Adoro regalare il pane per occasioni speciali, a forma di cuore, a forma di fiore (danubio), a forma di stella o di corona, regalano sempre un sorriso e si possono anche gustare.

Questa volta mi sono voluta cimentare in una treccia di pane morbidissima a ben 4 capi.

E’ stata una super soddisfazione.

E’ una  Treccia di pane rustico,

che colpisce per la sua bellezza e per la sua bontà. 

E’ perfetta da preparare per una cena con gli amici,  per le feste dei compleanno o per un bruch della domenica.

E’ buona sia calda che fredda, ed è ideale da accompagnare con pesce affumicato, salsa tonnata oppure con salumi, formaggi e marmellate.

 

Questa soffice treccia, leggera come una nuvola, si mantiene morbida anche il giorno dopo.

(Potete tranquillamente utilizzare un contenitore ermetico o un sacchetto per alimenti).

Io ho usato, solo 5 gr di lievito, preferendo una lunga lievitazione.

Se non avete tempo a disposizione raddoppiate i gr di lievito senza mai esagerare.

Fate lievitare in forno con lucina accesa e vedrete che, grazie alla temperatura costante di 25° all’interno del forno, otterrete una treccia di pane perfettamente lievitata e soprattutto più leggera.

Io ho iniziato ad impastare intorno alle 12.30 in modo da assicurarmi una lunga lievitazione e gustarla per cena.

Pronti ad impastare?

 

Treccia di pane a 4 capi
La treccia di pane è un pane morbidissimo a forma di treccia. E' ideale per gli antipasti o un brunch alternativo della domenica, ma anche come pane da farcire per i vostri pranzi veloci. Con questa dose potrete fare due trecce cotte all'interno dello stampo da plum cake, altrimenti una grande sono certa che farete una super scena con i vostri ospiti.
Porzioni: 6 porzioni
Ingredienti
Ingredienti
500 gr farina
250 ml latte
70 gr burro
10 ml olio extravergine di oliva
30 gr zucchero
5 gr lievito di birra Se non avete a disposizione diverse ore (per una lunga lievitazione), potete raddoppiare i gr di lievito di birra
1 uovo
10 gr di sale
Istruzioni
  1. Riscaldate il latte insieme allo zucchero e scioglietevi il lievito sbriciolato.



  2. Mettete nella planetaria la farina e iniziate ad azionare la macchina, aggiungendo poco per volta la parte liquida, (latte lievito e zucchero). Dovrete impastare per circa 6/7 minuti.
  3. Aggiungete l'uovo, deve essere ben incordato all'impasto e infine il burro fuso (non troppo caldo).

  4. Dovrete ottenere un impasto liscio e omogeneo.

  5. Posizionate il panetto all'interno di una ciotola con 10 gr di olio.
  6. Impastate a mano e cercate di incordare e amalgamare bene l'olio all'impasto. Renderà il pane ancora più soffice.
  7. Mettetelo a lievitare per circa 2 ore coperto con pellicola, in forno con la luce accesa.
  8. Trascorso il tempo della prima lievitazione, dividete l'impasto in 4 parti uguali e allungateli fino ad ottenere 4 quattro filoncini
  9. Intrecciate i 4 capi fino a formare una treccia. Seguite la foto per vedere tutti i passaggi e non sbagliare. L'estremità a destra (4) si sovrappone al 3. L'estremità a sinistra (1) va sotto il 2 e sopra il 3. Di nuovo l'estremita a destra (ora è diventato il 3) si sovrappone al 1. di nuovo l'estremità a sinistra (ora è diventato il 2) va sotto il 4 e sopra il 3. Intrecciate nuovamente fino alla fine della treccia.
  10. Chiudete bene l'estremità, per evitare che si sciolgano in cottura.
  11. Fate nuovamente lievitare la treccia per 30 /40 minuti su una teglia con carta da forno coperta da pellicola.

  12. Spennellate la treccia delicatamente con del latte e infornate a 170° per 30/35 minuti.
Note

 

 

 

A questo punto lascio parlare le immagini ^-^

 

Morbida come una nuvola e soffice come una panino al latte 

 

 

 

 

Con questa ricetta partecipo a Panissimo#47,

la raccolta di lievitati dolci e salati ideata

da Sandra di Sono io, Sandra,  e Barbara, di Bread & Companatico

questo mese ospitata da  Cakes and Co.

 

Se ti fa piacere, segui la pagina  facebook  instagram

per essere sempre aggiornato/a

tra CONSIGLI – RICETTE E VIAGGI DI SAPORI! 

Zucchero e Valigia

Se provi la ricetta usa hashtag #zuccheroevaligia su    Instagram

In questo modo posso vedere le tue creazioni  ^-^ e creare una gallery.


 

Se ti è piaciuta questa ricetta condividila ^-^

Alla prossima ricetta

Selene