Pane

Il mio pane con fichi secchi e noci

Buon giorno a tutti!!

Qualche settimana fa ho partecipato giusto in extremis al contest “ I miei primi 10.000 ” indetto dal Gruppo Facebook “Cucinar cantando con Cesira

https://www.facebook.com/groups/cucinarcantandoconcesira/ e sponsorizzato dal Molino Dallagiovanna http://www.dallagiovanna.it/“, da “Stopinitaly” di Anna Maria Bernabei http://www.stopinitaly.it/ e da One Day Chef di Marisa Carroccia http://www.onedaychef.it/it/.  preparando un pane intrecciato (clicca sul link per vedere la ricetta).

Non ci credevo nemmeno io ma deve esser piaciuto così tanto che ha passato le selezioni!

Il giorno dopo, sono volata in FINALE. ^_^ non me l’aspettavo davvero!!!

Eccomi di nuovo qui,

con un nuovo lievitato usando sempre le Farina Molino Dallagiovanna.

Ho deciso di utlizzare gli ultimi fichi secchi, che mi ha portato mia suocera lo scorso week end ^-^ per creare un pane con fichi secchi e noci.

Questo pane con i fichi secchi e noci

è ideale da gustare con salumi formaggi e marmellate.

Siete pronti a impastare???

Pane fichi secchi e noci

Ingredienti per la Biga

  • 150gr di Farina Uniqua Gialla
  • 150ml di acqua
  • 2gr di lievito di birra

 

Ingredienti

  • 400gr Uniqua Verde Tritordeum
  • 450gr Uniqua Rossa
  • 410ml di acqua
  • 24gr di sale
  • 40ml di olio
  • 150gr di fichi secchi
  •  75gr di noci
  • 1 cucchiaino di miele

Occorrente

  • Lametta piccola
  • Una contenitore rotondo H 20 cm / L 30cm  – per far lievitare l’impasto-
  • un canovaccio pulito

Procedimento

Step 1 – La sera prima preparate la biga –

  1. Sciogliete 2 g di lievito in 100 g acqua a temperatura ambiente o appena tiepida aggiungete la farina e mescolate tutto con un forchetta.
    Lasciate fermentare l’intera notte ad una temp. Ambiente (18°/20° gradi circa).

Step 2 – La mattina seguente –

  1. Tagliate a pezzettini piccoli (con un coltello) i fichi secchi e le noci e tenete da parte.
  2. In planetaria mescolate le farine Uniqua rossa Molino DallaGiovanna e verde Uniqua rossa Molino DallaGiovanna
  3. Sciogliete la biga nell’acqua insieme al malto d’orzo (o miele)
  4. Inserite l’acqua poca per volta e impastate per 5 minuti a vel 1 – lenta- e 7 minuti a vel. 4 veloce con l’uso della foglia
  5. Infine aggiungete l’olio e il sale e portate a incordatura l’impasto, la ciotola dovrà esser ben pulita (senza impasto sui bordi). Sostituite la foglia con il gancio, per ottenere un impasto lucido ed elastico, per circa 5 minuti a vel 4/5
  6. Inserite i fichi e le noci e lavorate per 1 altro minuto vel 2 fino a quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati.
  7. Disponete ora l’impasto su una spianatoia e fate delle pieghe a libro, allargando con le mani l’impasto prendete i lati laterali e portateli al centro (a libro).
  8. Pirlate l’impasto – roteatelo su se stesso creando una palla.
  9. Posizionate la pagnotta, in contenitore a forma tonda foderata da un canovaccio infarinato con farina. – Le pieghe di chiusura dovranno rimanere nella parte alta. –  
  10. Adagiare la ciotola nel forno (spento) con lucina accesa per farlo lievitare, coperto dai lati del canovaccio.
  11. Dopo circa 4 ore grazie alla temperatura costante del forno, il vostro pane sarà visibilmente raddoppiato.
  12. Rovesciate “delicatamente”  l’impasto su carta forno, e sempre “delicatamente” eliminate il canovaccio.
  13. Posizionate la pietra refrattaria al forno a 250° gradi – insieme ad un pentolino d’acqua per formare il vapore.
  14. Spolverate il pane con farina Uniqua rossa. Con lama piccola fate dei tagli/incisioni formando delle spighe di grano
  15. Quando il forno avrà raggiunto la temperatura infornate il pane
  16. Cuocete in forno il pane per circa 1.ora e dieci minuti in questo modo                                                                                                                                                                                                                              (220° ventilato per circa 30 minuti   +   200 ° statico per 25 minuti  + 180° per 15 minuti a spiffero (sportello del forno leggermente aperto) in modo da permettere la fuoriuscita del vapore e rendere croccante la crosta).
  17. Fate raffreddare su una granella.

 

Consigli 

In base ai vostri tempi decidete se aumentare il lievito di birra per ridurre i tempi di lievitazione.

E’ importante la temperatura costante nella cucina.

Le temperature e le tempistiche di cottura possono variare in base alle caratteristiche del vostro forno.

“Con questo elaborato partecipo

al Contest “ I miei primi 10.000 ”

per la sezione FINALE

indetto dal Gruppo Facebook “Cucinar cantando con Cesira

https://www.facebook.com/groups/cucinarcantandoconcesira/ e sponsorizzato dal Molino Dallagiovanna http://www.dallagiovanna.it/“, da “Stopinitaly” di Anna Maria Bernabei http://www.stopinitaly.it/ e da One Day Chef di Marisa Carroccia http://www.onedaychef.it/it/

 Se ti fa piacere metti un like alla mia pagina facebook  

così da esser sempre aggiornata !!

Se provi la ricetta usa hashtag  #zuccheroevaligia su  instagram

Entrerai subito a far parte della mia gallery!!

 

Chi mi fa un bel in bocca al lupo ???

^-^

 

Dai mettetevi a impastare anche voi!!

Alla prossima ricetta

Selene

 

 

 

Facebook Comments

You Might Also Like

Previous Story
Next Story

Lascia un commento