Sfogliatine al cioccolato con l’uovo di Pasqua

Immagino che in tutte le famiglie, il periodo post Pasqua è tutto dedicato a come smaltire e riciclare il tantissimo cioccolato ricevuto per i nostri bambini dalle uova di Pasqua!

Nel nostro caso, oltre a tutte le uova ricevute si è aggiunto anche un uovo di ben 2 kg offertoci durante il nostro soggiorno presso Best Western Hotel Massena di Nizza (presto vi racconteremo la nostra avventura di 3 giorni). Chi ci ha seguito un pò sui social, avrà infatti notato questa fotografia che ci ritrae raggianti e increduli davanti al super regalo ricevuto!

E’ stato davvero divertente e al quanto insolito quindi li ringraziamo pubblicamente.

Rientrati a casa, dopo il nostro soggiorno, abbiamo deciso di aprirlo e assaggiare il buon cioccolato ma certamente non potevamo finirlo tutto.

Un pò è stato regalato ad amici e parenti ed una parte è stato utilizzato per farcire le sfogliatine al cioccolato!

Le sfogliatine al cioccolato sono perfette per una golosa colazione in famiglia, ma anche per una piccola merenda con amici, i bambini li adoreranno quanto i genitori.

Ah dimenticavo: creano dipendenza, una sfogliatina tira l’altra.

Occorrente per creare le sfogliatine:

Vi serviranno solo 2 rotoli di pasta sfoglia, del cioccolato al latte (o fondente) e se preferite potrete aggiungere granella di mandorla o nocciole o pistacchi.

Insomma a voi la scelta!

sfogliatina al cioccolato

SFOGLIATINE AL CIOCCOLATO CON L’UOVO DI PASQUA

Ingredienti

  • 2 rotoli di pasta sfoglia acquistata
  • 150 gr di cioccolato al latte
  • granella di nocciole qb.
  • Zucchero a velo

Procedimento

  1. Per prima cosa, sminuzzate il vostro cioccolato e lentamente aspettate che lo stesso di sciolga a bagnomaria
  2. E’ consigliabile mescolare di tanto in tanto, per far si che tutto il cioccolato si sciolga in modo uniforme.
  3. Quando il cioccolato diventerà liquido è pronto per la vostra preparazione ma attenzione a non bruciarvi.
  4. Versate quindi il cioccolato sul primo strato di sfoglia e lasciate 2 cm di bordo. In questo modo il cioccolato non colerà in cottura.
  5. Ora adagiate la granella di mandorle o nocciole e infine posizionate il secondo rotolo di sfoglia.
  6. Premete bene tutti e 4 i bordi con le dita e successivamente con una girella o un coltello create dei tagli in diagonale continui, prima verso l’alto poi verso il basso.
  7. Spolverate con zucchero a velo e infornate a 200° forno ventilato per circa 6 minuti.
  8. Aprite il forno e spolverate nuovamente con zucchero a velo, proseguite la cottura per altri 6 minuti.
  9. Controllate a vista il vostro forno le sfogliatine si dovranno dorare ma non bruciare!
  10. Sfornate e fate raffreddare
  11. Buona merenda

Foto passo passo 1-2-3

Sfogliatine al cioccolato

4-5-6

Sfogliatine al cioccolato

Penso di avervi fatto venir l’acquolina in bocca e regalato virtualmente una ricetta semplice e golosa!

Sfogliatine al cioccolato

Aspetto di vedere le vostre sfogliatine

Usa hashtag su instragram #incucinaconzuccheroevaligia

oppure su facebook @zuccheroevaligia

Se ti fa piacere segui

la nostra pagina facebook e instagram

per essere sempre aggiornato

tra CONSIGLI RICETTE E VIAGGI !

A presto Zucchero e Valigia




Crostata con Ricotta e aneto perfetta per una merenda di Pasqua

Crostata con Ricotta e aneto perfetta per una merenda di Pasqua e Pasquetta.

Una semplice pasta frolla preparata con l’olio diventa perfetta per una golosa e sana merenda.

Il profumo della crema di ricotta e l’aneto (se volete potete usare anche gocce di cioccolato)

La ricetta è più o meno simile alle Cuzzupe calabresi dello scorso anno ma con qualche modifica clicca qui per vedere la ricetta. Ho aggiunto un pò di latte e della fecola per rendere più morbido l’impasto.

 

Una semplice crostata con ricotta che farà impazzire tutti grandi e piccini.

 Crostata con Ricotta e aneto perfetta per una merenda di Pasqua Crostata con Ricotta e aneto perfetta per una merenda di Pasqua
 
 
 

Crostata con Ricotta e aneto perfetta per una merenda di Pasqua

Ingredienti 
  • 450 gr di farina
  • 1 cucchiaio colmo di fecola di patateCrostata con Ricotta e aneto perfetta per una merenda di Pasqua
  • 100 gr di zucchero
  • 3 uova bio
  • 30 ml di latte
  • 50 ml di olio di semi
  • 1 bustina di lievito per dolci

Per farcire 

  • Ricotta (300 gr di ricotta + 2 uova+ 40 gr di zucchero + aneto qb)
  • Aneto qb altrimenti potete sostituire con gocce di cioccolato 

Per decorare

  • 1 tuorlo d’uovo per lucidare

Procedimento:

  1. Prima di tutto sbattete le uova con lo zucchero per qualche minuto all’ interno di una ciotola  con l’aiuto delle fruste elettriche. 
  2. Aggiungete il lievito setacciato, il latte e l’olio.
  3. Gradualmente incorporate la farina (molto dipende dalla vostra farina quindi  regolatevi e non aggiungetela tutta infine la fecola
  4. Iniziate a impastare con le mani, con un movimento dal basso verso l’ alto cercando di incorporare bene tutta la farina.Cozzupe calabresi dette anche Chinulille calabresi al forno  Continuare la lavorazione su una spianatoia di legno.
  5. L’impasto deve essere morbido ma non appiccicoso.Cozzupe calabresi dette anche Chinulille calabresi al forno  
  6.  Infine stendete l’impasto, dentro una teglia da 28 cm farcite con il ripieno di ricotta e aneto
  7. Quindi mescolate le uova con lo zucchero e poi aggiungere la ricotta e l’aneto
  8. Create delle striscioline
  9. Spennellate con il tuorlo d’uovo e infornate a 180/200°per 30-35 minuti.
  10. Con l’impasto che avanza potrete creare dei biscottini con due striscioline intrecciate oppure delle coroncine di trecce a 3
  11. Spennellate con un tuorlo sbattuto e decorate con confettini colorati
  12. Infornate a 180/200° per 30-35 minuti, regolatevi con il vostro forno.

Il profumo di ricotta e aneto si spargerà in tutta la vostra cucina.

I vostri ospiti non vedranno l’ora di assaggiare la vostra delizia. 

 Crostata con Ricotta e aneto perfetta per una merenda di Pasqua

Ecco la fetta di torta perfettamente intatta senza briciole !

 
 

Buona merenda

ma soprattutto con questa crostata

Vi auguro una Buona Pasqua 

 
 

Se ti fa piacere segui la nostra pagina  facebooke   instagram

per essere sempre aggiornato

tra CONSIGLI RICETTE E VIAGGI DI SAPORI! 

Zucchero e Valigia




Pizza al formaggio marchigiana (con il Bimby e non)

La Pizza al formaggio marchigiana è un impasto morbidissimo ma soprattutto profumatissimo perchè contiene Parmigiano e Pecorino Dop.

Ho avuto modo di assaggiarla per la prima volta anni fa ed ogni volta che raggiungiamo la nostra carissima Nonna marchigiana (la nonna di mio marito) la gustiamo sempre accompagnata da salumi, formaggi e un buon vino.

E’ davvero perfetta per un aperitivo con amici, invece del solito pane potete offrire questa profumatissima pizza al formaggio.

Io a dir la verità non avevo mai avuto il coraggio di replicarla, sapevo che non sarei mai riuscita a dare lo stesso valore a quella della Nonna.

Amo sperimentare e mettermi sempre alla prova.

Così complice la forte pioggia del week end, un bel pigiamone indossato tutto il giorno, ho voluto testare la ricetta di Donatella Bartolomei del blog L’ingrediente perduto.

Devo ringraziarla a nome di mio marito perchè il sapore è davvero perfetto!

Quindi, visto che oggi è la festa del Papà, se volete replicarla sono certa che farà felici moltissimi papà.

Siete pronti?

Pizza al formaggio marchigiana (con il bimby e non)

Dose per una pizza di circa 1,500 kg  (peso prima della cottura)

*Misure della teglia: diametro piccolo 19,5 cm; diametro grande 25 cm e altezza 14 cm.

Io ho utilizzato due stampi  diametro piccolo 12  cm; diametro grande 19 cm e altezza 14 cm.

Ingredienti

  • 375 gr. di farina ( metà manitoba e metà  farina 0)
  • 10gr di lievito di birra (se non avete molto tempo per la lievitazione raddoppiate la dose del lievito)
  • 145 gr. di parmigiano reggiano grattugiato
  • 145gr di pecorino grattugiato misto ( io ho mescolato pecorino romano e pecorino dei monti Sibillini)
  • 170 gr. di pecorino fresco oppure emmental a pezzi (IO HO USATO 90GR DI PECORINO NON VOLEVO UN SAPORE TROPPO FORTE)
  • 50 gr. di olio extra vergine
  • 30 gr. di strutto
  • 1 cucchiaino colmo di sale
  • 1 cucchiaino di pepe
  • 5 uova intere
  • 100 ml di latte

Procedimento Planetaria 

  1. In una ciotola inserite le uova, sale pepe, infine i aggiungete i formaggi, l’olio e lo strutto. Amalgamate bene con una forchetta il composto, per insaporire bene
  2. Riscaldate a fuoco lento in un pentolino il latte, deve essere tiepido.
  3. In planetaria inserite il latte e il lievito sbriciolato avviate con la foglia e solo quando il lievito si sarà sciolto aggiungete la farina e il composto uovo-formaggio alternandoli piano piano in modo da non rivinare l’impasto, Lavorate fino a incordatura
  4. Non vi spaventate otterrete un impasto molto morbido e leggermente appiccicoso*****

Procedimento Bimby 

  1. In una ciotola inserite le uova, sale pepe, infine i aggiungete i formaggi, l’olio e lo strutto. Amalgamate bene con una forchetta il composto, per insaporire bene.
  2. Nel Bimby inserite il latte 37° – 30 sec vel 1
  3. Inserite il lievito sbriciolato 30 sec. vel 3
  4. Ora alterante l’inserimento della farina e del composto uovo-formaggio piano piano in modo da non rovinare l’impasto, 6 minut. vel. spiga fino a che l’impasto non risulta bene incordato.
  5. Non vi spaventate otterrete un impasto molto morbido e leggermente appiccicoso
  6. Lavorate ancora per 2 min vel spiga.
  7. ******A questo punto, rovesciate l’impasto su un piano leggermente infarinato, Se volete potete aggiungere altro pecorino a cubetti (io non l’ho fatto).
  8. Lasciate riposare l’impasto coperto da una ciotola per circa 15 min.
  9. Preparate le teglie: ungetele bene con burro o strutto e poi ritagliate  un cerchio di carta forno, posizionatolo sul fondo della teglia.
  10. Riprendete  la massa allargatela un po’ e date un giro di pieghe per dare forza all’impasto.
  11. Prendete un lembo di impasto, portatelo verso il centro, proseguite per tutto l’impasto sino a completare il giro.
  12. Rovesciate l’impasto mettendo le pieghe sotto formando una palla.Pizza al formaggio marchigiana bimby e non
  13. Trasferite l’impasto nella teglia e coprite con pellicola
  14. Vi consiglio di posizionare la teglia nel forno spento con la lucina accesa,  in modo da creare una sorta di camera di lievitazione.
  15. Attenzione ai tempi di lievitazione a dipende molto dalla temperatura e dalla forza del vostro lievito, a me sono servite ben 4 ore di lievitazione perchè ho dimezzato il lievito.
  16. L’impasto deve lievitare sino a raggiungere il doppio del suo volume, deve quasi raggiungere il bordo alto.

Come cuocere la pizza al formaggio marchigiana con il bimby e non ?

Bisogna prestare molta attenzione

17. Come consiglia Donatella preriscaldate il  forno a 190° raggiunta la temperaturaa, posizionate sul fondo del forno un pentolino con acqua calda e infornate le teglia coperta con un foglio di alluminio.

18. Dopo 40 minuti togliete il pentolino con l’acqua e il foglio di alluminio, continuate la cottura per almeno altri 20-25 min. Fate sempre la prova con lo stecchino prima di sfornare, dovrà essere asciutto e pulito.

19. Sfornate la vostra pizza al formaggio fate raffreddare e poi sformate dallo stampo 

Ecco la pizza al formaggio in tutta la sua bellezza

14 cm di pura bontà ! 

 

 

Pizza al formaggio marchigiana da preparare con il Bimby e non

Accompagnate la vostra pizza al formaggio con salame e pecorino.

Impossibile resistere alla tentazione!

Io vi ho avvisato!

Con la mia Pizza al Formaggio

Auguro tantissimi auguri a tutti i papà.

Se ti fa piacere segui la nostra pagina  facebooke   instagram

per essere sempre aggiornato

tra CONSIGLI RICETTE E VIAGGI DI SAPORI! 

Zucchero e Valigia




Sandwich Danubio farcito

Come promesso oggi vi voglio proporre il Sandwich Danubio farcito!

Una ricetta davvero perfetta per i vostri pranzi con amici, magari sotto l’ombrellone 😉 ideale da farcire con tutto ciò che vi piace!

Farete davvero un figurone ^_^ e’ soffice e  morbidissimo, non servirà nemmeno il coltello, perchè ogni commensale potrà tranquillamente prendere un sfera del sandwich Danubio, con le mani perché e’ così soffice che si spezzerà facilmente.

In Calabria, fa caldo anzi fa caldissimo.

Ma non ho resistito, mi sono messa a impastare e ho acceso il forno (di sera).

Ecco la ricetta del

Sandwich Danubio farcito impastato con  il Bimby

Che farina usare per il Sandwich?
La farina più indicata per il Sandwich Danubio salato, è sicuramente la Manitoba per ottenere un impasto morbido. Andrà bene anche una farina 00 che abbia forza 300W

Ingredienti

  • 570 gr di farina manitoba
  • 250ml di latte
  • 6 gr di lievito di birra
  • 50gr di strutto
  • 50gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 10gr di sale
  • tuorlo per lucidare
  • semi di sesamo o semi di papavero

Per farcire il Sandwich 

  • pomodorini ciliegino
  •  rucola
  •  capocollo
  • prosciutto  crudo
  •  maionese /  formaggio cremoso

Procedimento Planetaria

  1. Nel boccale della planetaria inserite la farina, lo zucchero, il sale e l’uovo intero,  azionate la planetaria con la foglia per circa 6 minuti.
  2. Inserite lo strutto poco per volta, e continuate a impastare.
  3. Infine  il latte tiepido dove avrete sciolto il lievito.
  4. Dovrete ottenere un’impasto liscio. Solo quando non si attaccherà più alle pareti sarà pronto
  5. Fate lievitare per almeno 2 ore, coprite con pellicola l’impasto.

Procedimento bimby

  1. Nel boccale del bimby inserite il latte e lo zucchero 3 min. 37° vel 2.
  2. Sbriciolate all’interno del boccale il lievito di birra 1 minuto e mezzo 37° vel. 2
  3. Inserite la farina 3 min. Vel Spiga. Aggiungete l’uovo 2 min vel Spiga.
  4. Ora inserite lo strutto e il sale. 1 min vel Spiga.
  5. Ponete l’impasto ottenuto in una ciotola oleata e fate lievitare fino al raddoppio.
  6. Riprendete l’impasto e ricavate 10 piccole sfere + 1 leggermente più grande da posizionare al centro
  7. Pirlate bene ogni singola sfera e posizionatele uno intorno all’altra per formare il danubio, più una grande al centro

sandwich danubio farcito

 

sandwich danubio farcito

8. Lasciate lievitare fino al raddoppio.

9. Spennellate con un tuorlo e un pochino di acqua, in modo che dopo la cottura risulta bello lucido.

Se lo gradite, potete cospargere anche con dei semi di sesamo e quelli di girasole, ma anche semi di papavero andranno bene.

10. Infornate a forno preriscaldato a 180° per 20-25 minuti.

sandwich danubio farcito

11. Sfornare e fate raffreddare.

12. Infine tagliate la parte alta del sandwich danubio e farcite.

13.Lavate, tagliate e condite con sale e olio dei pomodorini ciliegino.

14. Spalmate della maionese, philadelphia o dressing allo yogurt e infine farcite il sandwich danubio secondo i vostri gusti.

Io ho farcito una metà con capocollo calabrese, rucola e pomodorini e l’altra metà con del prosciutto crudo rucola e pomodorini.

Potete congelare il sandwich danubio salato crudo, prima della seconda lievitazione e scongelarlo in frigorifero per farlo poi ri-lievitare a temperatura ambiente prima di cuocerlo.

Potete anche congelarla da cotto così sarà direttamente pronto per le vostre feste, scongelatelo a temperatura ambiente per  5/6 ore.

Una vera bontà !

sandwich danubio farcito

Posso dirvi di averlo preparato già moltissime volte e posso confermarvi che ogni volta non rimane nemmeno una briciola ^-^.

E’ davvero una delizia

* Parola di Orso *

Questo Sandwich danubio rimane perfettamente morbido ^-^ anche il giorno dopo… sempre che rimane!

 

 

Se ti fa piacere, segui la pagina  facebook  instagram

per essere sempre aggiornato/a

tra CONSIGLI – RICETTE E VIAGGI DI SAPORI! 

Zucchero e Valigia

 

un bacione dalla mia Masha  ^-^

 

Ricette con lo Strutto

Pasticciotti leccesi

Tortano napoletano 

Alla prossima ricetta

Selene




Le Cuzzupe e Nepitelle calabresi al forno  con la ricetta della Mamma

Le Cuzzupe e Nepitelle calabresi al forno  con la ricetta della Mamma, sono i Dolci di Pasqua per eccellenza.

Sono biscottosi, friabili, perfetti per la colazione o per una buona merenda. 

Come sempre eccomi di nuovo qui, a scrivere tra le pagine di questo mio piccolo blog, piccolo che poi tanto piccolo non è.

Sta crescendo piano piano e devo dire che mi regala tante belle soddisfazioni.

Tante anzi tantissime cose ormai sono cambiate dal mio primissimo post, ma passo dopo passo, sono sempre più convinta che l’impegno ripaga sempre.

Oggi voglio condividere con voi, un ricordo speciale.
Ho sempre adorato questi piccoli biscotti. Ho un ricordo indelebile nella mia testa.

“Mio Zio “camionista da una vita”, ogni volta che passava da Milano ci portava  “un pacco preparato con il cuore”, con tantissime cose buone, ricordo che il pacco era sempre di cartone, chiuso con spago e allegata sempre una letterina delle mie cuginette, anche se a dir la verità spesso la lettera era scritta e firmata da Zia, visto che zio partiva sempre la mattina all’alba.

Lei, che con amore ci preparara ogni cosa, impacchettata alla perfezione con fogli di giornali, ogni volta era una sorpresa scoprire cosa c’era dentro a ogni singolo pacchettino.

Immancabili erano le uova fresche, i vasetti di marmellata ma soprattutto la mostarda di uva, perfetta per preparare le cuzzupe e nepitelle calabresi.

Le nepitelle sono a forma di mezza luna, ma possono essere anche delle treccine perfette da inzuppare nel latte.

Mentre le Cozzupe sono delel treccie con l’uovo sodo, coperte da corallini colorati.

Le Cuzzupe e Nepitelle calabresi al forno  con la ricetta della Mamma

 L’altro giorno, insieme alla mia mamma ci siamo messe ad impastare creare queste meravigliose Cuzzupe e Nepitelle  (Chinilelle in dialetto  come le chiama lei ^-^).
 

Le Cuzzupe e nepitelle calabresi al forno con la ricetta della mia mamma

Ingredienti 
  • 1 kg di farina
  • 200 gr di zucchero
  • 50gr burro
  • 5 uova bio
  • Mezzo bicchiere di olio extra vergine di oliva  (( bicchiere di plastica))
  • Mezzo bicchiere di latte ((bicchiere di plastica))
  • 1 +1/2 bustina di lievito per dolci

Per farcire 

  • Nutella qb
  • Mostarda di uva o marmellate varie
  • Ricotta (250 gr di ricotta + 2 uova+ 100 gr di zucchero)

Per decorare

  • Codette o confettini colorati
  • 2 tuorli per lucidarli
  • 1/2 tazzina di olio per chiudere le chinulille (biscotti farciti)

Procedimento:

  1. In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero per qualche minuto, con l’aiuto delle fruste elettriche. 
  2. Aggiungete il lievito setacciato, il latte, l’olio e il burro fuso.
  3. Gradualmente incorporate la farina, quando il mixer inizia ad avere difficoltà, fermatevi e iniziate a impastare con le mani, con un movimento dal basso verso l’ alto cercando di incorporare bene tutta la farina . (regolatevi perchè dipende dal peso delle uova, magari non vi servirà l’intero kilo di farina ma leggermente meno.Cozzupe calabresi dette anche Chinulille calabresi al forno  4. Continuare la lavorazione su una spianatoia di legno.5. impasto deve essere morbido ma non appiccicoso.
  4. l’impasto deve essere morbido ma non appiccicoso.Le Cuzzupe e Nepitelle calabresi al forno  con la ricetta della Mamma6. Stendete l’impasto  su un piano infarinato circa 5mm

Nepitelle calabresi al forno 7. Create dei biscottini con due striscioline intrecciate oppure delle coroncine di trecce a 3 potrete incastonare l’uovo sodo, le uova per tradizione devono essere sempre in numero dispari.

8. Spennellate con un tuorlo sbattuto e decorate con confettini colorati.

9. Infornate a 180/200° per 30-35 minuti, regolatevi con il vostro forno.

10. Con lo stesso impasto potreste creare le chinulille (biscotti a forma di luna, farciti).

11. Stendete l’impasto, coppatelo con un coppapasta va bene anche una tazza con diametro 8-10cm farcite con nutella oppure mostarda di uva o altra marmellata.

12. Un altro ripieno particolarmente usato è la farcitura di ricotta. Mescolate le uova con lo zucchero e poi aggiungere la ricotta.

13. Leggermente immergete il dito indice, in una tazzina di olio extra vergine, bagnate i bordi interni delle chinulille e infine chiudete a mezza luna.

14. Spennellate con il tuorlo d’uovo, le mezza luna e bucherellatele con una forchetta.

Infornate a 180/200°per 30 minuti.

ATTENZIONE :Le Cuzzupe (le trecce) saranno invece solo da spennellare ma non da bucherellare.

 

Le Cuzzupe e Nepitelle calabresi al forno  con la ricetta della Mamma

Non vi resta che provare !

 

 

Le Cuzzupe e Nepitelle calabresi al forno  con la ricetta della Mamma

 

Le Cuzzupe e Nepitelle calabresi al forno  con la ricetta della mia Mamma

Sono perfette anche come segnaposto a tavola,

basterà creare un biscotto per ogni commensale

 legare un dolce biglietto con l’augurio di buona Pasqua e un nastrino.

Le Cuzzupe e Nepitelle calabresi al forno  con la ricetta della Mamma

 

 

Le Cuzzupe e Nepitelle calabresi al forno  con la ricetta della Mamma

Un tripudio di colori e gusto perfetti per la vostra colazione di Pasqua (e non solo).

Le Cuzzupe e Nepitelle calabresi al forno  con la ricetta della Mamma

 

 

Le Cuzzupe e Nepitelle calabresi al forno  con la ricetta della Mamma

 

Vi lascio un piccolo video 🙂

 

Se ti fa piacere segui la mia pagina  facebook  instagram

per essere sempre aggiornato

tra RICETTE E VIAGGI DI SAPORI! 

Zucchero e Valigia

 

Alla prossima golosa ricetta

Selene




Tortano napoletano di Pasqua

Tortano napoletano di Pasqua perfetto per ogni occasione.

Ci sono regali e regali. Io ultimamente ricevo regali per cucinare, sorrido perché si dice che i diamanti sono i migliori amici delle donna, invece io ho sempre desiderato ben altro.

Qualche settimana fa’ mia suocera mi ha regalato un bel barattolo di strutto.

Non avendolo mai usato ho cercato un po’ di notizie su vari gruppi di cucina.

Ai tempi si usava per tutto e si diceva “chi usa lo strutto campa 100 anni ” e ora capisco molte cose :)))

Il barattolo è consigliabile in vetro da tenere sempre in frigo.

Si può usare in sostituzione del burro per frolle, biscotti, crostate, piadine, tortano napoletano, casatiello, e addirittura per friggere. Mi si è aperto un mondo.

Non ho resistito e ho voluto subito testare il sapore con una torta salata d’eccellenza per il periodo pasquale:il Tortano Napoletano.

Una soffice torta a forma di ciambella con un ripieno di provola,

salame pancetta affumicata, prosciutto cotto, uova sode e pepe.

Il sapore ci ha conquistati, lo strutto è neutro e non si sente affatto.

Tortano napoletano di Pasqua -bimby

 

 Ricetta per il Tortano Napoletano

con questa dose io ho ottenuto uno stampo da ciambella da 24 cm e un plumcake.

Ingredienti 

  • 500 gr Farina
  • 200 ml acqua tiepida
  • 100 ml latte
  • 40 gr strutto
  • 12 gr di lievito di birra ( io ne ho usati 6 gr. facendolo lievitare qualche ora in più)
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale

Per il ripieno 

  • 100 gr di provola affumicata
  • 100 gr di provola
  • 50 gr di parmigiano
  • 100 gr salciccia calabrese
  • 100 gr pancetta affumicata a dadini
  • 120 gr prosciutto cotto a dadini
  • pepe q.b

Procedimento Bimby 

  1. Inserite nel boccale acqua, latte e zucchero 35 sec. 37 ° vel. 2.
  2. Aggiungete il lievito sbriciolato 10 sec. vel. 3
  3. Inserite la farina e sale 3 min. vel Spiga
  4. Strutto 1 min. vel Spiga
  5. Adagiate l’impasto ottenuto in una ciotola unta di olio e lasciate lievitare per circa 1 ora e mezza, coperto con pellicola trasparente alimentare.
  6. Ora preparate il ripieno.
  7. Tritate con l’aiuto del bimby la provola affumicata e non, 8 sec. vel 6
  8. Poi la salsiccia 10 sec. vel 6

Tortano napoletano di Pasqua -bimby

7. Stendete su un piano (infarinato) l’impasto, cercando di ottenere un rettangolo 60×40.

8. Adagiate su tutto l’impasto prosciutto, salsiccia, pancetta, provola a cubetti, l’uovo sodo grattugiato e una spolverata di pepe. (Io non ho esagerato con il pepe in quanto nella nostra salsiccia calabrese c’è già);

9. Ora arrotolate dalla parte più lunga e formate un cilindro.

10. Prima di tutto con le mani unte di strutto, adagiate l’impasto in uno stampo da ciambella unendo quindi i due lembi.

11. Quindi coprite con pellicola trasparente alimentare e lasciate lievitare per circa 2 ore.

12. In fase di lievitazione l’impasto, deve raggiungere i bordi.

13. Infine infornate a 200° per circa 1 ora.

Tortano napoletano di Pasqua -bimby

Un’ottima alternativa da regalare per il pranzo di Pasqua o per un pic nic con gli amici a Pasquetta.

Con questa ricetta partecipo  alla raccolta  di  Panissimo#39, la raccolta di lievitati dolci e salati ideata da Sandra di Sono io, Sandra,  e Barbara, Bread & Companaticoquesto mese ospitata qui,  Un Condominio in cucina

 
Con questa ricetta partecipo anche all’evento #Ricettepasquali de L’Italia nel piatto.

 

Se ti fa piacere segui la mia pagina  facebook  instagram

per essere sempre aggiornato

tra RICETTE E VIAGGI DI SAPORI! 

Zucchero e Valigia

Se provi la ricetta usa hashtag  #zuccheroevaligia su  instagram

Entrerai subito a far parte della mia gallery!!

Vi ho convinti ?

Alla prossima

Selene

 




Colombine di Pasqua di Pan brioche

Colombine di Pasqua di Pan brioche sono perfette come segnaposto sulla tavola di Pasqua.

Per caso ho trovato una foto in internet con delle splendide colombine e, avendo ancora dello strutto in frigo, ho voluto subito provare anche una versione dolce per verificare la consistenza e il sapore. Voto 10 !

Adoro fare il pan briosche, adoro cimentarmi in trecce a 3-4-5-6 capi, vi prometto, che presto pubblicherò la treccia di pan briosche che conquista sempre tutti.

Se volete provare, seguite le foto e la semplicissima preparazione, sono certa che anche voi vi divertirete.

Vi stupirà per il suo colore, il suo sapore, la sua morbidezza e la sua leggerezza

Le colombine di  pan brioche sono leggere come una nuvola ideali da gustare e farcire secondo i vostri gusti sia dolce che salato

Colombine di Pasqua di pan brioche

Ingredienti per circa 12 colombine

  • 500 gr farina 00
  • 250 ml latte
  • 50 gr di strutto (o burro)
  • 50 gr di zucchero
  • 10 gr di sale
  • 1 uovo
  • 12 gr di lievito di birra
  • 1 tuorlo e un goccio di latte per spennellare

Preparazione 

  1. In un bicchiere, sbriciolate il lievito in un po’ di latte tiepido.
  2. Formate una fontana con la farina, lo zucchero e la buccia di limone grattugiata.
  3. All’interno inserite il lievito sciolto e iniziate ad amalgamare dal centro.
  4. Aggiungete l’uovo e incorporate la farina.
  5. Inserite poco per volta il latte, lo strutto (o burro) ammorbidito e per ultimo il sale.
  6. Impastate a lungo coprite con pellicola e mettete a lievitare per un’ora meglio ancora se in forno spento con luce accesa.

Versione Bimby 

  1. Versate il  latte e il lievito sbriciolato nel boccale  1 Min. 37° Vel. 1.
  2. Versate nel boccale tutti gli altri ingredienti 3min. modalità spiga
  3. L’impasto risulterà morbido ed elestico.
  4. Se è troppo appiccicoso aggiungete un cucchiaio di farina.
  5. Coprire l’impasto e lasciate lievitare per circa un’ora.
  6. Trascorso il tempo di lievitazione bisogna procedere con la pezzatura.
  7. Per ogni colombina  serviranno 85 g di impasto così suddivisi: 70 gr per il corpo e 15 g per la testa.
  8. Ricordatevi sempre di coprire l’impasto che non state utilizzando con delle pellicola alimentare per non farla seccare.

Per il corpo:

  1. Formate un cordoncino di circa 15 cm.
  2. Sulla parte sinistra del cordoncino  create un nodo portando il lembo rimasto sotto
  3. Con la punta di un coltello affilato create 4 tagli netti per formare la coda.
  4. Ora fate una pallina per la testa e con la punta delle dita pizzicate  per formare il becco a punta.
  5. Appoggiate la testa sul resto del corpo con un goccio d’acqua.
  6. Sistemate le colombine distanziate tra loro su una teglia rivestita di carta da forno.
  7. Coprite con pellicola alimentare e lasciate lievitare ancora per circa un’ora .
  8. Accendete il forno a 180 °C e portate a temperatura.
  9. Spennellate leggermente con una miscela di tuorlo e latte e infornate per circa 30 minuti fino a doratura.
  10. Fate raffreddare e servite.
  11. La ricetta è stata adattata da Mani Amore e fantasia.

 

Con questa ricetta partecipo a Panissimo#39, la raccolta di lievitati dolci e salati ideata da Sandra di Sono io, Sandra,  e Barbara, Bread & Companaticoquesto mese ospitata nel blog Un Condominio in cucina
panissimo marzo
Con questa ricetta partecipo anche all’evento #Ricettepasquali de L’Italia nel piatto.

Provaci anche tu ^-^

Se ti fa piacere segui la mia pagina  facebook  instagram

per essere sempre aggiornato

tra RICETTE E VIAGGI DI SAPORI! 

Zucchero e Valigia

 

Buona Pasqua

Selene




Colomba con gocce di cioccolato e arancia candita Bimby

Ecco la mia Colomba con gocce di cioccolato e arancia candita preparata con il Bimby

Colomba con gocce di cioccolato e arancia candita (Bimby)

Siamo alle porte della Pasqua, voglio quindi augurarvi una Felice Pasqua con i Vostri cari e se ne avrete voglia e tempo, potrete portare sulle vostre tavole una colomba in simbolo di pace e libertà.

Colomba con gocce di cioccolato e arancia candita (Bimby)

Ingredienti

Impasto colomba

  • 500 gr Farina di Manitoba
  • 100 gr farina 00
  • 14 gr zucchero
  • 200 gr acqua
  • 12 gr lievito di birra fresco
  • 100 gr di gocce di cioccolato
  • 120 gr di arancia candita cubettata
  • 4 uova intere
  • 12 gr di malto in sciroppo (oppure miele di acacia)
  • 130 gr burro (possibilmente di tipo bavarese)
  • 5 gr sale

GLASSA

  • 60 gr Farina di Mandorle
  • 50 gr Amido di mais
  • 30 gr Zucchero a velo
  • 80 gr Aroma mandorla
  • 3 Amaretti sbriciolati
  • Zucchero granella – q.b.
  • 60 gr di albume

EMULSIONE

  • 30 gr burro
  • zeste grattugiate di 1 arancia e 1 mandarino
  • semini di 1 bacca di vaniglia (o 1 cucchiaino di estratto)
  • 3 cucchiaini amaretto liquore
  • 30 gr cioccolato bianco

Procedimento per il LIEVITINO

  • 100 di acqua presa dal totale sopra
  • 40 gr di farina 00 setacciata
  • 40 gr di Manitoba setacciata
  • 12 gr (1 cucchiaino) di malto sciroppo (oppure miele di acacia)
  • 12 gr di lievito

Inserite nel boccale acqua, lievito e malto (o miele) 15 sec. Vel. 2
Aggiungete le farina 30 sec .Vel 2.

Lasciate fermentare il lievitino per circa un’ora in un contenitore ermetico chiuso a temperatura ambiente.

Procedimento per la GLASSA

Rompete due uova e mettete da parte i tuorli.

Usate solo 60 gr di albumi.

Con una forchetta montate leggermente gli albumi con lo zucchero, la farina di mandorle, l’amido e l’aroma di mandorle e riponete in frigo nella parte più fredda.

Procedimento per l’EMULSIONE 

 A questo punto preparate l’emulsione di Adriano da colomba a fermentazione naturale come descritto sul suo Blog Profumo di lievito.
Sciogliete il burro a fiamma bassissima con gli aromi.
Spegnete la fiamma.
Aggiungete il cioccolato grattugiato e mescolate con una frusta fino a scioglimento completo.
Aggiungete i tre cucchiaini di liquore all’amaretto e i semini di 1 bacca di vaniglia (o 1 cucchiaino di estratto).
 Ponete di nuovo in frigo (deve diventare una crema).

Procedimento per i CANDITI

  • 30 gr di burro
  • 1 arancia zeste
  • 120 gr di arancia candita cubettata

In un pentolino a fuoco bassissimo inserire il burro, le zeste di un’ arancia e 120 gr di arancia candita cubettata. Spegnete e fate raffreddare.

PROCEDIMENTO BIMBY

Dopo circa un’ora il lievitino presenterà delle bollicine e sarà raddoppiato di volume, quindi è pronto.

Sciogliete il lievitino con 100 gr di acqua ed un cucchiaio di zucchero (dai totali sopra) a vel 1. con lame ancora in movimento, inserite 2 tuorli e metà dello zucchero e 4 cucchiai di farina, azionate 2 min. vel. spiga.

Infine aggiungete le uova intere e il resto dello zucchero.

Ora la farina  3 min vel spiga

L’impasto risulterà bene incordato, inserite il burro a pezzetti ed il sale  7 min. vel. spiga.

Aggiungete l’emulsione (che avete preparato in precedenza e messa in frigo)  un cucchiaio alla volta per 2 min. a vel Spiga.

E’ il momento dei canditi precedentemente aromatizzati ed intiepiditi al microonde (pochi per volta)  2 min. vel Spiga.

L’impasto risulterà ben incordato al centro del boccale

Staccate un pezzetto di impasto e contrallate se avrete ottenuto il “velo”.
Unite i canditi, leggermente riscaldati al microonde, impastando a bassa velocità giusto il tempo di distribuirli uniformemente e le gocce di cioccolato (prese da freezer cosi durante la cottura non cadranno nella parte bassa della colomba).
Lasciate riposare 30’ e poi spezzate e arrotondate (eseguendo la pirlatura).

All’interno di ogni pirottino da colomba andrà aggiunto il  10% in più di impasto della capienza del pirottino.

Quindi nello stampo da 750 gr andremo a inserire 825 gr di impasto totale.

Arrotondiamo l’impasto, pirliamo, diamo tono e forza all’impasto e facciamo riposare 10 minuti.

Ripetete la manovra e dopo altri 10 minuti allungate creando dei filoncini spingendo verso sotto in modo da serrare l’impasto e disponete uno filoncino più piccolo sotto per le ali e l’altro un pò più lungo per il corpo.

 

Coprite le colombe con sacchetti alimentari di plastica senza far toccare la superficie delle colombe.

(Io le ho messe dentro al forno per un’intera notte. 

La mattina seguente al mio risveglio avevano raggiunto il bordo).

Distribuite quindi con una sac a poche la glassa fino ad un margine di due cm dal bordo.

Spolverate con abbondante zucchero a velo e posizionate le mandorle e la granella di zucchero.

Infornate sulla parte bassa del forno a 180° in forno caldo per circa 30 minuti.

Dopo averla sfornata infilzate due spiedini lunghi e capovolgete la colomba per 24 ore.

Poi, finalmente potreste gustarla.

 Colomba bimby

 

L’unica pecca? Mi si è sgonfiata

mai aprire il forno durante la cottura (mi serverà da lezione).

Il sapore è piaciuto molto quindi posso ritenermi soddisfatta

 

Che ne dite siete pronti a replicare la ricetta della colomba?

 

La ricetta è tratta dal Gruppo di Paoletta e Adriano Ringrazio la Sign Antonella che ha testato la ricetta.

Io l’ho un modificata secondo i miei gusti

Colomba con gocce di cioccolato e arancia candita (Bimby)

Ecco la piccola bimba pronta a rubarmi i zuccherini e i cubetti di arance candite

Questa colomba invece l ho glassata con cioccolato fondente e mandorle!

Pronta da regalare

 

Con questa ricetta partecipo a Panissimo#39, la raccolta di lievitati dolci e salati ideata da Sandra di Sono io, Sandra,  e Barbara, Bread & Companaticoquesto mese ospitata nel blog Un Condominio in cucina

panissimo marzo

 

 

Buona Pasqua

Selene